Lo sapevi che…

Le associazioni sportive con sede a Lecco sono circa 100. Tra queste, le eccellenze che spiccano in ambito nazionale e internazionale sono:

  • Tennis Lecco in A2
  • Atletica Lecco con campioni italiani e atleti olimpionici
  • Basket Lecco in serie B
  • Pallavolo Lecco Picco da B2 a B1, playoff per A2
  • Calcio Lecco tornata in 7 anni in serie C Lega Pro
  • Rugby Lecco in serie B
  • Ghislanzoni- Gal atleti nazionali junior maschile artistica, squadra ritmica in serie D, allieve artistica a livello nazionale
  • Calcio a 5 in serie B
  • Ragni Lecco
  • Canottieri Lecco con campioni italiani e internazionali
  • Circolo della Scherma medaglie campionati italiani paralimpici, coppa del mondo paralimpici, 1° posto in Lombardia squadre paralimpiche

La rinascita del Centro sportivo "Al Bione"

  • Il Comune ha assicurato continuità operativa al centro sportivo al Bione, punto di riferimento per migliaia di sportivi e decine di associazioni sportive, che svolgono competizioni dal livello provinciale fino a quello nazionale
  • Affidata la gestione degli impianti, eseguiti gli interventi di messa in sicurezza e avviati i lavori per la riqualificazione del campo da calcio, la pista di atletica e gli spogliatoi.

Il Comune ha promosso attivamente la diffusione della cultura sportiva riuscendo a garantire continuità di funzionamento del Bione – centro sportivo di eccellenza per il territorio per dimensione, qualità di impianti e numero di discipline esercitabili. Durante l’intero corso del mandato, l’Amministrazione ha realizzato un’attività sistematica di messa in sicurezza del funzionamento del centro sportivo, con l’obiettivo di restituire alla comunità una struttura quanto più efficiente e funzionale possibile.

Dal 1° gennaio 2020, il Comune ha affidato la gestione del Bione in concessione a InSport S.r.l SSD. – una delle più importanti società di gestione di impianti sportivi – e ha eseguito interventi di messa in sicurezza, di miglioramento dei sotto servizi e di ristrutturazione del sistema fognario. In fase di ultimazione i lavori di rifacimento del primo campo da calcio e degli spogliatoi, e la riqualificazione dell’impianto di atletica leggera. La ristrutturazione degli impianti esterni, per un importo complessivo di 2,8 milioni di investimento di cui il 27% finanziato dalla Regione, assicurerà una completa fruibilità e l’adempimento della struttura agli standard nazionali di omologazione, in modo da poter ospitare eventi sportivi di portata sovraregionale.

Avviata la procedura per l’individuazione di operatori economici interessati alla riqualificazione del Centro mediante ricorso a forme di Partenariato Pubblico Privato.

Relazioni più strette con le società sportive locali

  • Il Comune ha rafforzato la collaborazione con la rete di associazioni sportive presenti sul territorio per la riqualifica degli impianti sportivi della Città. Tra i principali risultati: riqualificato l’impianto sportivo di tennis, in cooperazione con il Tennis Club Lecco, affidata la gestione del campo da calcio di via Movedo alla polisportiva Sant’Egidio, la stesura di un piano di ammodernamento della palestra di via Cantarelli, in sinergia con il Circolo della Scherma e l’associazione Ghislanzoni-Gal, e la riqualifica dello stadio comunale Rigamonti-Ceppi, in collaborazione con la società Calcio Lecco 1912.
  • Il Comune ha sostenuto con un contributo, tramite bando, l’acquisto di attrezzature sportive per 14 Associazioni Sportive dilettantistiche cittadine.

Il Comune ha attivato nuove sinergie per la valorizzazione della pratica sportiva con le associazioni sportive presenti sul territorio, co-gestendo le iniziative. Per la prima volta, le associazioni sportive si sono sedute intorno allo stesso Tavolo, suddivise per sport, per analizzare le principali questioni e progettare risposte comuni. Il Comune ha inoltre fornito contributi economici per lo svolgimento delle attività ordinarie e per interventi di manutenzione straordinaria.

Tra queste si menziona il piano per la riqualificazione dell’impianto sportivo di tennis, un progetto da 360.000 euro presentato dal Tennis Club Lecco con cui il Comune ha in essere una convenzione decennale per la gestione della struttura. Il progetto ha previsto un contributo da parte del Comune del 40%, 150.000€ su due anni. Nel 2019 è stato completato il primo step di interventi con l’inaugurazione del campo da paddle, il primo nella provincia e la copertura di due campi da tennis. Nel 2020 sono previsti: la realizzazione di nuova palestra, interventi di migliorie agli spogliatoi e la ristrutturazione della palazzina uffici. Il circolo del Tennis, d’intesa con l’Amministrazione, è intervenuto per la rimozione dei residui di amianto dalla struttura che è stata ulteriormente rinnovata con un nuovo campo da paddle coperto.

Il Comune ha affidato in gestione alla polisportiva Sant’Egidio il campo di calcio di via Movedo Bonacina, abbandonato da più di 10 anni. Al momento, l’associazione ha presentato un’idea progettuale per riconvertire lo spazio in un campo da pallavolo e sta lavorando con l’Amministrazione comunale per la stesura di un patto di collaborazione e l’allocazione di risorse per la gestione dell’impianto sportivo.

Lecco tra le province più sportive d’Italia

  • Lecco è al ventesimo posto della classifica di sportività stilata dal Sole24Ore, a sottolineare la diffusione della cultura sportiva sul territorio. Spiccano, in particolare, la sezione sport tra i giovani (1° posto nella classifica), l’atletica (3° posto), il calcio dilettantistico e lo sport femminile, entrambi al 6° posto.
  • La posizione di Lecco nella top 20 è stata raggiunta anche grazie alle numerose iniziative e competizioni sportive promosse dal Comune e dalla convenzione siglata dall’Amministrazione per garantire l’apertura delle palestre scolastiche ad associazioni al di fuori dell’orario scolastico.

Lecco si colloca al ventesimo posto nella classifica complessiva sulla sportività 2019 condotta dal Sole24Ore, che analizza la qualità e la diffusione dello sport nelle province italiane attraverso la misurazione di 32 indicatori. La classifica vede inoltre Lecco al primo posto nella classifica degli sport tra i giovani, al terzo posto nella classifica dell’atletica, al sesto posto per il calcio dilettantistico e lo sport femminile, al settimo posto per gli sport dell’acqua e all’ottavo posto per gli sport invernali. 

Il ranking rappresenta un’ennesima conferma della qualità dei servizi sportivi che la Città offre alla comunità, così come un ulteriore riconoscimento a tutte le associazioni locali che contribuiscono a vario titolo alla valorizzazione della cultura sportiva. 

Il posizionamento di Lecco nella fascia alta della classifica deriva in parte dall’elevato numero di iniziative sportive organizzate: nei primi sei mesi del 2019 sono state realizzate 37 iniziative sportive e 11 competizioni sportive agonistiche, sostenute dal Comune attraverso contributi, premi, patrocini e la messa a disposizione delle strutture. 

Premettendo che tutte le gare di qualsiasi disciplina sono importanti anche solo per l’impegno organizzativo richiesto, si evidenziano:

  • 10km del Manzoni, gara podistica nazionale su strada di 10 km voluta dall’Amministrazione (ottava edizione nel 2019) alla quale partecipano atleti di alto livello. La gara si fregia già da due anni del marchio FIDAL Bronze
  • mezza maratona che si svolge in primavera “Maratonina Città di Lecco” da 12 anni consecutivi
  • Triathlon Internazionale Città di Lecco su distanza sprint che si svolge a luglio da 18 anni ritenuto, su dichiarazione degli atleti, uno dei più belli d’Europa
  • Duathlon Città di Lecco sempre su distanza sprint che viene organizzato da 8 anni nei primi mesi dell’anno
  • Tra le gare di corsa in montagna, si segnala la ResegUp, che unisce i due simboli di Lecco: il Lago e il Resegone. La gara si è diffusa velocemente tra gli appassionati, anche oltre confine regionale, e alla 10 edizione di quest’anno, le iscrizioni registrate sono state più di 1.200
  • Tra le regate che richiamano equipaggi di altissimo livello citiamo l’internazionale Campionato Invernale Interlaghi (45^ edizione 2019).
  • Scigamatt
  • Polimirun
  • Ospitata la 5° e la 6° edizione del torneo internazionale di pallavolo Eagles Cup, delle categorie under 12, 13, 14, 16 e 18

In più nel 2020, Lecco ospiterà la partenza di una tappa del Giro d’Italia under 23 e i Giochi Nazionali dell’Associazione Nazionale Emodializzati.

Più sport tra i giovani

  • La promozione dello sport tra i giovani è alla base dello sviluppo di una cultura sportiva nella comunità e della crescita di salute e benessere dei minori.
  • Il Comune sostiene il C.S.A. – Ufficio Educazione Fisica mediante un sostegno economico e la programmazione condivisa con le attività scolastiche tra cui: Giochi sportivi studenteschi, manifestazioni di gioco-atletica per alunni delle scuole primarie e secondarie di 1° grado, giornate tematiche di formazione, progetti “Fantathlon”, “A che gioco giochiamo” e “Special Olimpics” rivolti soprattutto agli alunni diversamente abili delle scuole primarie.
  • Il Comune inoltre, concede gratuitamente il Centro Sportivo comunale Al Bione per le manifestazioni sportive studentesche e ha acquistato attrezzature sportive per tutti gli Istituti Comprensivi su loro richiesta e per il Centro Sportivo Al Bione.
  • Tutte e 13 le palestre scolastiche, che ospitano gare ufficiali, sono state dotate di defibrillatori

Organizzati numerosi eventi sportivi dedicati ai giovani. Il più importante è il Lecco Sport Experience, manifestazione realizzata da diverse associazioni sportive dilettantistiche e comitati provinciali delle federazioni sportive durante le quali si svolgono tornei e attività sportive per bambini e ragazzi. La seconda edizione, durata quasi un mese (5 maggio – 2 giugno 2019), si è conclusa con i festeggiamenti, nelle piazze cittadine, della XVI Giornata Nazionale dello Sport in collaborazione con la CONI e la finale regionale under 13 femminile di pallavolo al Bione.

Il Comune ha approvato il protocollo d’intesa con Panathon Club Lecco, ente rappresentativo delle realtà sportive cittadine e promotore dello sport in ogni sua forma, per promuovere l’inclusione sociale, le buone pratiche sportive e l’inserimento dei giovani nel mondo dello sport.

Lecco è al 1° posto nella classifica nazionale per la promozione dello sport tra i giovani. Questo risultato è stato raggiunto anche grazie alle concessioni che il Comune rilascia ogni anno per garantire l’apertura e l’utilizzo delle palestre scolastiche in orario extrascolastico da parte delle associazioni sportive. Le palestre scolastiche sono aperte in media 275 giorni l’anno e vengono utilizzate da 300 cittadini ogni giorno. L’Amministrazione ha, inoltre, installato 13 defibrillatori presso tutte le palestre scolastiche comunali per una spesa di 15.000 euro e ha destinato 40.000 euro per l’acquisto di attrezzature sportive per l’implementazione e il rinnovo delle attrezzature sportive delle palestre scolastiche.

Più sostegno all’occupazione giovanile e ragazzi più coinvolti nella vita della Città

  • Con il servizio Informagiovani, il Comune offre corsi e tutoraggio ai giovani per la stesura del curriculum, la ricerca di un’occupazione e l’utilizzo consapevole degli strumenti e dei dispositivi tecnologici.
  • Il Comune organizza ogni anno eventi incentrati sulla scoperta di opportunità lavorative e di mobilità internazionale, a cui partecipano in media 200 giovani. Infine, in un’ottica di promozione del senso civico, il Comune ha rinnovato ed ampliato Avere Cura del Bene Comune, un contenitore di progetti che coinvolgono i ragazzi in attività di valorizzazione dell’ambiente e della cultura.

Il Comune ha ottenuto finanziamenti dalla Regione per realizzare attività e servizi di formazione, in particolare orientati all’alfabetizzazione e alla digitalizzazione di base. I responsabili dei servizi forniscono competenze a giovani e adolescenti che non hanno concluso il percorso scolastico, organizzano corsi sull’utilizzo del computer e sulla stesura di un curriculum vitae e supportano i giovani nel percorso scolastico e di inserimento lavorativo. Circa 1000 le richieste presentate ogni anno dai giovani, di cui circa la metà relative all’orientamento lavorativo.

Ormai ricorrente è anche la Job Week, una settimana di incontri organizzati con la Consulta Informagiovani e ANCI Lombardia dedicati alla scoperta delle opportunità lavorative e di mobilità internazionale. Nell’edizione del 2019 hanno partecipato circa 200 ragazzi e numerosi soggetti del territorio impegnati nel settore delle politiche attive del lavoro, tra cui il Centro per l’impiego della Provincia, Confartigianato, 5 agenzie per il lavoro, il Consorzio Consolida, la Cooperativa Libri sogni e Coop Arcobaleno.

Il Comune ha rinnovato ed ampliato Avere Cura del Bene Comune, un contenitore di progetti coordinati dal servizio giovani e volti a valorizzare il senso di corresponsabilità nella cura del patrimonio sociale, ambientale e culturale. All’interno del contenitore, il Comune ha potenziato il progetto di street art per la riqualifica di zone degradate in chiave artistica con il contributo di artisti locali e di livello nazionale. Sono stati 9 finora gli interventi artistici eseguiti dal 2015, a cui hanno partecipato circa 100 persone. Inoltre, il Comune ha promosso la pratica di book crossing tramite l’installazione di casette per i libri nei quartieri, organizzato corsi sull’etica, sul cinema ed eventi musicali (Festival del Cinema di Animazione, Lecco Summer Festival e Giugarock), e realizzato azioni simboliche di pulizia degli spazi verdi in occasione del Clean Up Day.

Potenziato il lavoro di rete tra Comune e territorio sui giovani

  • Il Comune ha siglato 3 protocolli con soggetti locali impegnati in iniziative di contrasto alla fragilità giovanile. Con il primo l’Amministrazione ha lanciato il progetto #quindiciventiquattro, attraverso il quale il servizio Informagiovani ha assunto un ruolo fondamentale nella prevenzione del disagio psicologico giovanile, in collaborazione con ASST Lecco.
  • Gli altri patti, in collaborazione con la Provincia di Lecco e Istituto Bertacchi, hanno permesso l’avvio di progetti di contrasto alla dispersione scolastica: gli studenti in situazione di instabilità sono stati affiancati da tutor che li hanno guidati fino al completamento del percorso scolastico.

Il Comune ha promosso l’attuazione delle politiche giovanili tramite 3 accordi di rete per con soggetti locali, istituzionali, dell’associazionismo, del terzo settore, del mondo della sanità e di quello della scuola. Il primo protocollo d’intesa è stato siglato nel 2018 con il Dipartimento di salute mentale e con l’Azienda SocioSanitaria Territoriale e ha dato vita al Progetto #quindiciventiquattro, in base al quale il servizio Informagiovani è diventato il primo osservatorio del disagio psicologico giovanile a bassa soglia, finalizzato a intercettare preventivamente i disturbi prima che questi possano trasformarsi in un’instabilità psicopatologica grave. Dopo un anno di sperimentazione, il progetto è entrato recentemente a regime anche in altri distretti della provincia e il servizio giovani della Città funge da centro di competenza e accompagnamento agli altri servizi sul territorio.

L’Amministrazione ha poi sottoscritto con la Provincia un protocollo sul rischio di dispersione per la gestione dei giovani che necessitano una specifica attenzione per la loro situazione di instabilità. Il servizio viene svolto in collaborazione con docenti ed educatori, che elaborano strategie di intervento finalizzate a guidare gli studenti fino alla fine del percorso scolastico e minimizzare il rischio di abbandono della scuola e del senso di fallimento che può colpire gli studenti.

L’Amministrazione ha, infine, sottoscritto un accordo con l’Istituto Bertacchi per la realizzazione di percorsi di didattica individuale, rivolti a studenti con particolari situazioni di fragilità.

SFIDA APERTA


La riqualificazione del centro sportivo Bione

La riqualificazione complessiva passa attraverso la finanza di progetto che prevede una compartecipazione tra pubblico e privato. La prima manifestazione non ha dato esito positivo, pertanto si è provveduto ad iniziare con un intervento importante sull’area esterna.