Una nuova sede per il Comune

  • Acquisito da Regione Lombardia un immobile di 5.000 mq che ospiterà la nuova sede comunale. la rifunzionalizzazione e la riqualificazione energetica dell’immobile garantirà una razionalizzazione dei costi di gestione, una maggiore fruibilità da parte della comunità e più sicurezza ai dipendenti comunali.

L’Amministrazione ha sottoscritto nel 2017 un protocollo territoriale con Regione Lombardia e la Provincia di Lecco per valorizzare e razionalizzare le sedi istituzionali e ottimizzare gli spazi pubblici disponibili. La sottoscrizione del protocollo d’intesa ha permesso al Comune di Lecco di acquisire un immobile di 5.000 mq – l’ex sede del Politecnico di Milano – trasferito da Regione Lombardia a titolo oneroso. La proprietà ospiterà la nuova sede del Comune, che potrà accogliere in modo più funzionale e adeguato i cittadini e garantire elevati livelli di sicurezza ai dipendenti. Uno studio effettuato nel 2016 sugli attuali palazzi comunali ha, infatti, rilevato alcune criticità strutturali, ma la ristrutturazione completa dei palazzi sarebbe stata inefficiente dal punto di vista sia tecnico-strutturale sia economico.

L’immobile è stato acquisito dall’Amministrazione senza ricorrere alla contrazione di nuovi debiti. Infatti, il Comune ha versato un contributo di 5,77 milioni a Regione Lombardia, di cui 3 milioni di spazi finanziari concessi dalla Regione. La futura gestione di un’unica sede comunale e l’efficienza del sistema energetico permetteranno, inoltre, di limitare i costi operativi.
La progettazione della nuova sede viene svolta in partnership con il Politecnico. È in corso l’istruttoria per il riconoscimento da parte del Gestore dei Servizi Energetici di un contributo a fondo perduto di € 1,75 milioni per la riqualificazione energetica dell’edificio.
Nel dicembre 2019 è stata avviata la procedura per individuare le imprese interessate alla realizzazione dei lavori.

 

Un Comune più vicino alla comunità

  • Oltre all’iniziativa Mercoledì del cittadino che prevede l’apertura al mercoledì di tutti gli uffici comunali dalle 8.30 alle 15.30, nel 2018 è stato attivato, nel centro commerciale Meridiana Uno sportello Fuori dal Comune, aperto dalle 16 alle 19. I cittadini possono ricevere informazioni, presentare segnalazioni e reclami – direttamente oppure online – e ottenere il rilascio del Pin/Puk della Carta regionale dei servizi (CRS) e le credenziali SPID (Servizio pubblico di identità digitale).
  • Avviato nell’autunno 2016 il Mercoledì del Cittadino in tour – Il Comune viene da te, che ha visto la realizzazione di incontri nei quartieri per discutere con la comunità di temi specifici. Gli incontri rappresentano anche un’occasione per definire gli interventi da inserire in Beni Comuni, un contenitore di progetti che i cittadini stessi e le associazioni propongono di realizzare per rispondere ad esigenze emerse nei rioni.
  • Nel mandato sono stati, inoltre attivati, sportelli informativi e consulenziali gratuiti rivolti al cittadino, promossi con le Associazioni del territorio.

Il rapporto tra Comune e cittadino è stato al centro di diverse iniziative promosse dall’Amministrazione per aumentare la capacità di ascolto e l’efficacia della comunicazione – anche valorizzando la dimensione del contatto diretto – e semplificare il rapporto sia con i cittadini singoli sia con le diverse organizzazioni sociali e di rappresentanza della comunità.

Il Comune ha potenziato Il Mercoledì del Cittadino, un’iniziativa avviata nel 2012 per fornire alla comunità un punto di riferimento settimanale sull’accesso ai servizi più fruibile anche dal punto di vista degli orari. L’iniziativa prevede, infatti, l’apertura al mercoledì di tutti gli uffici comunali dalle 8.30 alle 15.30. Con il trascorrere degli anni, altri Enti hanno aderito al progetto (Enti locali, Forze dell’Ordine, Enti Statali, Aziende Sanitarie, ecc..), mediante la firma dello specifico protocollo d’intesa nell’ambito del Piano territoriale degli orari del Comune di Lecco.

Nel 2018 ha aggiunto l’apertura di Uno Sportello Fuori dal Comune nel centro commerciale Meridiana – sempre il mercoledì dalle 16 alle 19 – dove i cittadini possono ricevere informazioni e ottenere alcuni servizi online (reclami e segnalazioni, certificati anagrafici con timbro digitale usando la Carta regionale dei servizi, rilascio PIN/PUK della CRS e dello SPID).

Alla luce del riscontro positivo verso Il Mercoledì del Cittadino, nel 2016 il Comune ha sviluppato il progetto puntando anche a rinforzare il contatto diretto con i cittadini tramite 12 incontri mirati nei quartieri della città (Il Mercoledì del Cittadino in tour – Il Comune viene da te) per discutere di temi specifici con la comunità, condividere scelte, presentare progetti futuri, e raccogliere il feedback dei cittadini. Gli incontri servono anche come terreno di incontro per la progettazione di interventi da inserire in Beni Comuni, un “contenitore” di idee e progetti che i cittadini stessi si propongono di realizzare per rispondere ad esigenze emerse nei rioni.  Tra questi, il restauro del Monumento ai Caduti sul lungolago, la riqualificazione dei lavatoi di Belledo e di Bonacina, la manutenzione delle aiuole di piazza Era e di via Cattaneo, l’abbellimento del giardino di Piazza V Alpini e dei parchi di via dell’Eremo e via Nassiriya, la riqualificazione di Vicolo Granai e la sistemazione dell’area di sgambamento cani in via Mons. Polvara. Ad oggi sono stati realizzati 18 beni comuni e 5 sponsorizzazioni.

Il Comune ha, inoltre, organizzato diversi incontri con gli stakeholder del territorio su temi specifici. Nel 2018 sono stati organizzati tre incontri a tema: Lecco, comunità che si prende cura, sui temi sociali, del welfare e del bene comune; Lecco, comunità culturale e sportiva, evento incentrato sulla cultura e lo sport con la partecipazione dei soggetti territoriali protagonisti e Lecco, comunità operosa, un’occasione di dialogo sui temi dell’impresa e del lavoro. Specifica attenzione è stata data anche alla conoscenza e al confronto sugli obiettivi e i programmi dell’Amministrazioni che sono stati presentati nel corso di 4 incontri rivolti alla cittadinanza e alle diverse componenti sociali.

Ai giovani è stata dedicata una particolare attenzione, con la realizzazione di 15 incontri dal 2015 finalizzati a conoscere istituzioni, a partire da quella comunale, e promuovere l’impegno civico. Gli incontri, ai quali hanno partecipato circa 500 studenti, si sono stati realizzati insieme alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della Città e del territorio.

Inoltre, il Comune ha continuato a offrire ai giovani opportunità di cittadinanza tramite l’anno di Servizio civile nazionale (negli asili nido, al servizio Giovani, ai Musei e al Giglio) e progetti di tirocinio extracurriculare DoteComune. Dal 2015 al 2018, 25 giovani sono stati coinvolti in progetti di Servizio civile nei servizi comunali e 82 persone hanno svolto i tirocini di DoteComune.

Dal 2015, in collaborazione con alcune associazioni del territorio, sono stati attivati i seguenti sportelli tematici per offrire, gratuitamente, informazioni e consulenze ai cittadini.

  • Consulenze notarili (casa, amministrazione di sostegno, testamento biologico e donazione organi, contratti di convivenza), in collaborazione con il Collegio Notarile dei Distretti Riuniti di Como e Lecco (dal 2012)
  • Consulenze condominiali (gestione e amministrazione del codominio, diritti e doveri dei condomini e degli inquilini, locazioni e multiproprietà), in collaborazione con l’Associazione Nazionale Amministratori condominiali e Immobiliari (ANACI) della provincia di Lecco (dal 2013)
  • Punto informativo Mediazione familiare, in collaborazione con l’associazione “Epeira_ Incontrare il conflitto” (dal 2017)
  • Prevenzione Sovraindebitamento, in collaborazione con Federconsumatori e Movimento Consumatori Lecco. (dal 2018)
  • Sportello informativo Amianto, in collaborazione con l’associazione Gruppo Aiuto Mesotelioma Lecco (dal 2016)
  • Sportello di ascolto Sclerosi Laterale Amiotrofica, gestito dall’Associazione Italiana per la Sclerosi Laterale Amiotrofica di Como (2016-2018)

A cui si aggiunge nel 2019 il nuovo Sportello Energia gestito dal Comune (servizio Ambiente), in collaborazione con l’Energy manager.

Sono in fase di organizzazione altre due opportunità di consulenza gratuita per i cittadini:

  • sportello informativo sulle Disposizioni anticipate di trattamento (DAT), in collaborazione con l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lecco e l’Ordine dei Medici di Lecco
  • sportello di urgenza psicologica per le situazioni di fragilità e sofferenza psichica, prima che sfocino in emergenza, in collaborazione con l’Ordine degli Psicologi della Lombardia e l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lecco.

In campo per le pari opportunità e contrastare la violenza di genere

  • Dal 2014 al 2019 il Comune (Ente capofila) elabora e coordina il progetto “Star- Sistema Antiviolenza in Rete” nell’ambito del Piano quadriennale antiviolenza 2015-2018 di Regione Lombardia. Realizzato nell’ambito del Tavolo provinciale della Rete Antiviolenza, attivo dal 2008, il progetto è gestito dai due Centri Antiviolenza già presenti sul territorio provinciale. Prevede azioni di supporto e accoglienza nei confronti di donne vittime di maltrattamento e la messa a punto di procedure e prassi operative per migliorare il raccordo tra i diversi soggetti attivi (Forze dell’Ordine, Aziende Sanitarie, Enti locali, Associazioni del Terzo Settore, Avvocati ecc.).
  • Nel biennio 2018/2019 è avviato un nuovo progetto per aiutare le donne vittime di violenza nel proprio percorso di autonomia con specifico riferimento alla casa e al lavoro.
  • Nel 2019 il Comune, capofila della Rete territoriale antiviolenza, elabora con i Centri antiviolenza e i soggetti della rete un progetto biennale, nell’ambito del nuovo piano quadriennale regionale per consolidare il sistema di supporto e aiuto nei confronti delle donne vittime di violenza.

Il Comune ha istituito formalmente la Commissione Pari Opportunità nel 2011, quale organo impegnato a 360° su tutti gli aspetti collegati alla disparità. La Commissione Pari Opportunità promuove incontri di approfondimento, eventi e progetti sulle potenziali disparità, occupandosi in particolare del fenomeno della violenza di genere e dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. La Commissione si è occupata anche di approfondire problematiche inerenti la malattia psichica, la disabilità e l’immigrazione.

Tra le varie iniziative, si evidenzia l’assegnazione della cittadinanza civica ai minorenni – figli di immigrati – nati in Italia e residenti a Lecco, che avviene ogni anno in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Nel 2014 è stata istituita la figura del Garante dei diritti delle persone private della libertà personale con il compito di promuovere i diritti e le opportunità di partecipazione alla vita civile dei detenuti, promuovere iniziative di sensibilizzazione sui temi dei diritti umani delle persone private della libertà, monitorare eventuali violazioni dei diritti dei detenuti, promuovere collaborazioni con enti e associazioni per un esercizio diffuso e condiviso de parte della comunità della funzione rieducativa del trattamento penitenziario. Dopo la prima esperienza (2014-2017), nel 2018 a seguito di avviso pubblico, il Sindaco ha nominato un nuovo professionista per il ruolo di Garante.

Sul tema della violenza di genere, anche a fronte della recrudescenza e gravità del fenomeno, sono state messe in atto diverse azioni a supporto delle donne vittime di violenza.

Nell’ambito del Tavolo provinciale della Rete Antiviolenza (attivo nel territorio dal 2008), il Comune di Lecco elabora e coordina, in veste di Capofila, il progetto “Star- Sistema Antiviolenza in Rete” presentato ai fini di un finanziamento alla Regione a fronte del Piano quadriennale antiviolenza di Regione Lombardia.  Il progetto è gestito dai due Centri Antiviolenza già da anni attivi nel territorio provinciale. Prevede azioni di supporto (psicologico, legale, medico) e accoglienza nei confronti di donne vittime di maltrattamento e la messa a punto di procedure e prassi operative finalizzate a migliorare il raccordo tra i diversi soggetti attivi in questo ambito (Forze dell’Ordine, Aziende Sanitarie, Enti locali, Associazioni del Terzo Settore, Avvocati ecc..).
Da segnalare inoltre anche un’elevata partecipazione dei volontari dei centri antiviolenza, che, nel periodo tra 2014 e 2019, hanno prestato più di 14 mila ore di volontariato.

Il Comune coordina il Tavolo provinciale della Rete territoriale antiviolenza , a cui partecipano tutti i soggetti territoriali coinvolti nella prevenzione della violenza di genere quali  Prefettura, Procura della Repubblica, Forze dell’ordine, Aziende sanitarie, Ufficio Scolastico Territoriale, i Comuni, la Provincia, Consigliera di Parità, Enti del Terzo settore e Ordini professionali. Nel 2018 il Comune ha, inoltre, aderito al Patto dei Comuni per la Parità e contro la Violenza di Genere promosso da ANCI.

Nel biennio 2018/2019 è stato elaborato, finanziato e avviato un nuovo progetto per aiutare le donne vittime di violenza nel proprio percorso di autonomia con specifico riferimento alle problematiche, spesso ricorrenti, della casa e del lavoro. (Valore del progetto 76.748,00 euro, finanziamento regionale).

Nel 2019 il Comune, Capofila della Rete territoriale antiviolenza, ha elaborato con i Centri antiviolenza e i soggetti della Rete antiviolenza un progetto biennale (2020-2021), nell’ambito del nuovo piano quadriennale previsto da Regione Lombardia per consolidare il sistema di supporto e aiuto nei confronti delle donne vittime di violenza.

In via di definizione il potenziamento delle azioni di prevenzione attuate in collaborazione con la Rete territoriale antiviolenza e l’Ufficio Scolastico Territoriale e rivolte in particolare al mondo scolastico. Si intende, infine, avviare con i soggetti del Tavolo Territoriale Antiviolenza anche un’approfondita riflessione sulla complessa tematica degli uomini maltrattanti e su possibili azioni da attivare.

Un Comune sempre più digitale

  • Avviato il processo di digitalizzazione degli atti amministrativi (dal 2016 determinazioni e deliberazioni; nel 2019 lettere, avvisi, ordinanze, decreti, disposizioni varie). Dal 2019 anche i primi procedimenti sono completamente online. Da ottobre 2019, tutti i documenti interni e a valenza esterna sono prodotti e gestiti in modo digitale, mediante gli applicativi informatici in uso nell’Ente
  • Nel 2017 il Comune ha aperto la pagina Facebook istituzionale per amplificare l’informazione ai cittadini su servizi e attività. A fine novembre è stata completata la configurazione del canale Telegram per i cittadini residenti non udenti finalizzato all’invio di segnalazioni di emergenza alla centrale operativa della Polizia locale.
  • Adeguata nel 2019 l’interfaccia del sito alle Linee guida di design dei siti della Pubblica amministrazione nel rispetto dei requisiti di accessibilità delle pagine e dei contenuti web per le persone con disabilità visiva (non vedenti e ipovedenti). Il Comune gestisce anche due portali web dedicati alle segnalazioni e reclami (Lecco partecipa click) e alle discussioni pubbliche (Lecco partecipa forum).
  • Introdotta da gennaio 2018 la carta d’identità elettronica. Il Comune fornisce consulenza ai cittadini per l’accesso ai servizi online della pubblica amministrazione. Inoltre, rilascia il PIN/PUK della Tessera sanitaria/Carta regionale dei servizi (CRS) e le credenziali del Servizio Pubblico di Identità digitale (SPID).
  • Da novembre 2019 è possibile inviare online le richieste di concessione del patrocinio e delle sale civiche, di iscrizione al Repertorio comunale delle associazioni e alla Commissione per le pari opportunità. Inoltre, con il sistema pagoPA è possibile pagare i canoni di locazione, le concessioni di sale civiche e le contravvenzioni.

È stato intrapreso un processo di digitalizzazione della comunicazione e dei servizi. L’ammodernamento della comunicazione istituzionale è avvenuto attraverso il rinnovo del sito web del Comune, l’apertura di una pagina Facebook e la creazione di due sezioni online (a visibilità pubblica) dove vengono raccolte segnalazioni e reclami: Lecco Partecipa Click – piattaforma mediata dai dipendenti comunali che nel 100% dei casi hanno fornito una risposta entro 5 giorni dall’invio della segnalazione – e Lecco Partecipa Forum – luogo immateriale di dibattito tra cittadini e fra essi e il Comune. Inoltre, i cittadini possono scrivere al Comune per richieste di informazioni anche con la rubrica del sito web “Contattaci” (rapporto uno-a-uno).

A gennaio 2018 è stata introdotta la carta d’identità elettronica. Il Comune di Lecco era, infatti, nella fase pilota della digitalizzazione dei servizi anagrafici; il subentro nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR) è avvenuto il 26 novembre 2018. Il Comune, inoltre, rilascia ai cittadini le credenziali della carta regionale dei servizi e dello SPID. È stata avviata in fase sperimentale la programmazione delle attività di configurazione del portale Sicr@web, attraverso cui vengono gestite online le richieste di accesso civico e concessione del patrocinio e di sale civiche, con la possibilità per i cittadini di verificare lo stato delle risposte. Il pagamento dei canoni di locazione, delle concessioni delle sale e delle contravvenzioni può essere eseguito online tramite il sistema pagoPA.

Nel rispetto del Codice dei Contratti Pubblici, l’Amministrazione ha ultimato il percorso di de-materializzazione dei contratti. Le gare ad evidenza pubblica vengono svolte esclusivamente online, e le offerte degli operatori economici vengono trasmesse per via elettronica.

L’imminente avvio a regime dei servizi online (ad es. con la presentazione delle istanze SUE e SUAP, dei certificati anagrafici e di altri procedimenti in via esclusivamente telematica con l’autenticazione SPID) richiede che il Comune si faccia carico di processi e azioni di alfabetizzazione informatica dei cittadini, in modo più ampio di quanto già fatto finora. Dal 2010 dei laboratori di alfabetizzazione sono stati attivati con la preziosa collaborazione degli Istituti di Istruzione secondaria A. Badoni e G. Parini di Lecco per le persone over 60 (circa 100 all’anno). L’iniziativa, che vede il supporto organizzativo del Servizio Giglio, permette un’attività di accompagnamento formativo di studenti verso gli adulti in un rapporto 1:2 o 1:1, quindi con un approccio di tipo intergenerazionale. È in fase di costruzione un progetto di rete più ampio di digital adoption, che include l’ampliamento dei soggetti competenti a rilasciare lo SPID,  l’aumento dei laboratori di alfabetizzazione informatica, la realizzazione di incontri pubblici di sensibilizzazione sui rischi legati al all’uso non corretto della rete internet (phishing), alla protezione dei dati personali e alla sicurezza in rete, per diffondere una cultura digitale più consapevole soprattutto fra i giovani. Per il progetto si impiegheranno anche le esperienze di alternanza scuola-lavoro.

Nel 2019, sono state attivate le misure di sicurezza per proteggere la rete informatica dell’Ente dotandosi di software adeguati e sono stati inoltre implementati i moduli applicativi Sicr@web per lo Sportello unico edilizia e per lo Sportello unico attività produttive, pianificando le attività di migrazione dei dati dai vecchi software ai nuovi.

Nel 2020 è stata avviata l’informatizzazione dei servizi cimiteriali con l’adozione di nuovi applicativi e contestuale revisione della banca dati.

SFIDA APERTA


Il nuovo sistema informatico dell’ente

In fase di completamento il processo di informatizzazione in considerazione del trasferimento della sede comunale.